Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_barcellona

L’albero del riccio e altre fiabe per la buonanotte

Data:

15/12/2017


L’albero del riccio e altre fiabe per la buonanotte

Antonio Gramsci scrisse queste fiabe per bambine e bambini tra il 1926 e il 1934, gli anni che passò nelle carceri fasciste. Le spediva per lettera ai suoi due figli, Delio, nato nel 1924, e Giuliano, nato nel 1926, che mai conobbe, e a sua moglie, Iulca Schucht, violinista russa conosciuta qualche anno prima e di cui si era perdutamente innamorato.
Questo libro illustrato, tra i primissimi nel suo genere, è il risultato della collaborazione e coedizione di due case editrici: Icaria Editorial di Barcellona e Abbà Edizioni di Cagliari, con il patrocinio della Regione Sardegna. Anche l’Assòtziu de sos Sardos in Catalugna ha contribuito alla realizzazione del volume; quest’anno, infatti, ricorrono gli ottant’anni della morte di Antonio Gramsci, il quale, con più di ventimila documenti scritti su di lui e la sua opera, è l’autore con più vasta bibliografia mai dedicata.
Le fiabe sono tratte da L’Albero del riccio, da Apologhi e raccontini torinesi e da Raccontini di Ghilarza e del carcere, e vengono pubblicate in quattro lingue: italiano, spagnolo, catalano e sardo. Un modo, crediamo, per favorire il dialogo e la comprensione reciproca tra lingue e popoli.

Con la partecipazione di:
Rosa Regàs (scrittrice)
Anna Monjo (editrice)
Giovanni Manca (editore)
Marcello Belotti (edizione e traduzione)
Claudio Stassi (illustrazioni)
Giuseppe Corongiu (traduzioni)
Claudia Loi (Assòtziu de sos Sardos in Catalugna)

Informazioni

Data: Ven 15 Dic 2017

Orario: Alle 18:30

Organizzato da : Icaria Editorial, Abbà Editori

In collaborazione con : La Central, Ass. Sardos in Catalugna, Reg. Sardegn

Ingresso : Libero


Luogo:

Librería La Central del Raval

1741